Il Castello di Castelbello, documentato per la prima volta nel 1238, fu eretto dai Signori di Montalban. Il castello si erge in una posizione maestosa, su un blocco di roccia sulla sponda sinistra dell'Adige. Per via della sua posizione esposta, il Castello doveva essere continuamente protetto con strutture difensive nuove e resistenti.

Nel 1813 e nel 1824 il castello venne quasi completamente distrutto da due incendi. I conti Hendl ne hanno ricostruito solo una parte per adibirla a residenza. Alla fine di un procedimento legale protrattosi per decenni , che vedeva coinvolti il conte Siegmund von Hendl e la Repubblica Italiana, si giunse finalmente ad una soluzione che permise la ristrutturazione del castello, il quale, nel corso del tempo, ha poi assunto la sua attuale funzione di centro culturale del paese.

Oltre alle mostre permanenti, in primavera e in autunno, il castello ospita mostre temporanee d'arte. Fra giugno e settembre, da mercoledì a sabato, vengono organizzate visite guidate al castello, nel corso delle quali le guide illustrano la sua storia travagliata.