La Val Venosta è la più grande valle a clima secco delle Alpi, con meno di 500 mm di precipitazioni medie annue, ed è quindi caratterizzata da un clima soleggiato e caldo durante il giorno e da una fresca brezza durante la notte. Gli abitanti della Val Venosta da sempre hanno imparato a sfruttare al meglio queste particolari condizioni climatiche. Così, già secoli fa, furono costruiti lunghi canali d’irrigazione, le cosiddette rogge, per proteggere la valle dalla siccità e dalle inondazioni.

Questi sbalzi di temperatura conferiscono alle mele un gusto eccezionale, un “effetto frigorifero” che dona una croccantezza unica. “Una mela al giorno toglie il medico di torno”: A questo proposito si scoprono sempre nuove virtù positive della mela, come l'azione protettiva dal sole, grazie ai preziosi carotenoidi. 2000 famiglie contadine lavorano nei frutteti durante tutto l'anno e producono oltre 200.000 tonnellate di mele.