Quando si arriva in Val Venosta passando per la stretta chiusa di Tel, si vedono subito le alte pareti dei monti circostanti, che salgono ripide verso il cielo. Le strade che portano in questi posti sono spesso ricche di curve e talvolta molto impegnative. Per questo motivo impianti di risalita come funivie, funicolari e seggiovie fanno parte della quotidianità della Val Venosta.

Intorno a Silandro e Lasa, al di sopra dei frutteti e dei campi coltivati, si ergono le alte cime del gruppo Ortles Cevedale e delle Alpi Venoste, secondo Reinhold Messner le più belle montagne. La salita dal fondovalle verso le cime è facilitata dalla presenza dei numerosi impianti di risalita nella zona. Vicino a Silandro e Lasa partono numerose cabinovie e seggiovie sia verso il Monte Sole che verso il Monte Tramontana.Tutti offrono la possibilità di parcheggiare la macchina a valle.