Il panorama alpino della Val Venosta in Alto Adige presenta un clima piuttosto secco e mostra numerosi prati e malghe. In Val Venosta sono ben più di 80 le malghe in attività, situate ad oltre 2.000 metri d'altitudine, esse dominano su prati che coprono una superficie di circa 37.000 ettari. In questo scenario idilliaco, le malghe e i rifugi venostani offrono l'atmosfera ideale per godersi il riposo estivo in un paesaggio alpino da cartolina.

Un tempo, il fondovalle paludoso rendeva il passaggio assai complicato. Pastori e viaggiatori si trovano per questo a transitare lungo i crinali delle montagne, anche a grande altitudine. Ad offrire riparo per la notte e dalle intemperie provvedevano i rifugi, strutture di grande importanza.

Ancora oggi sono numerose le baite dell'Alto Adige aperte al pubblico, esse offrono agli escursionisti possibilità di ristoro e accoglienti e soleggiate terrazze. La cucina regionale dell'Alto Adige è stata nel tempo resa più leggera, le antiche ricette della cucina originale della Val Venosta sono state riscoperte e arricchiscono oggi i menù. Molte malghe sono anche caseifici con prodotti eccellenti, come il Formaggio di Malga della Val Venosta, premiato a livello internazionale.