S. Valentino alla Muta è, accanto a Curon e Resia, il terzo paese dell’altipiano del lago di Resia in Val Venosta. Si distende, insieme alla frazione Case dei pescatori, lungo le rive del lago naturale di S. Valentino, che – come il suo fratello grande, il lago di Resia – d’inverno diventa meta per pattinatori e d’estate un paradiso per gli sport acquatici e la pesca.
Il lago di S. Valentino un tempo si chiamava “Lago Certosa” perché era di proprietà del convento della Certosa in Val Senales. Da S. Valentino alla Muta scende verso sud la piana di Malles, che apre l’altipiano di Resia e lo immette in Val Venosta. Da qui si ha una vista impressionante sull’imponente massiccio dell’Ortles, con 3.905 metri la montagna più alta del Tirolo.