logo-suedtirol

Castello di Castelbello

Descrizione generale
Il Castello di Castelbello, menzionato per la prima volta nel 1238 fu costruito dai signori di Montalban. In seguito a numerosi passaggi di proprietà, nel 1531 il castello fu acquisito dalla famiglia Hendl come feudo in pegno. Gli Hendl apportarono notevoli ampliamenti e modifiche, conferendo a Castello Castelbello la sua odierna struttura.
Gli incendi del 1813 e del 1824 causarono enormi danni al castello. I Conti Hendl ricostruirono solo una piccola parte per scopi abitativi, lasciando il resto del castello al triste destino di cadere in rovina. Nel 1956 l’intero complesso fu acquistato dallo Stato. All’epoca il castello si trovava in condizioni desolanti. Sotto la competente guida della Soprintendenza per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico di Verona si diede il via a notevoli lavori di restauro, conclusi nel 1995, che conferirono al castello una nuova fruibilità. Dal 1999 il Comune di Castelbello-Ciardes affidò il castello, dapprima di proprietà dello Stato e in seguito della Provincia, alla direzione e amministrazione del “Curatorio Castello di Castelbello Società Cooperativa”.
L'erezione della cappella cade nel tardo XIII secolo o all'inizio del XIV.. Alle pareti si trovano un fregio con i dodici Apostoli ed inoltre testi del Credo. Nel freggio gli apostoli si volgono a coppie l'un verso l'altro, perchè le citazioni sono riprodotte alternatamente in modo normale e speculare.

Orario di apertura:
Mostra autunnale di Christine Gallmetzer dal 27 settembre al 31 ottobre
MAR-SAB ore 14-18, giorni festivi ore 11-18, lunedì giorno di riposo
Descrizione d'arrivo

Con la macchina fino la stazione di Castelbello.
Da lì andata in circa 5 minuti su al Castello

Dove parcheggiare

Parcheggio gratuito alla stazione di Castelbello

Mezzi pubblici
In treno fino la stazione di Castelbello
Öffnungszeiten
26. settembre - 31. ottobre
Dom
11:00 - 18:00
26. settembre - 31. ottobre
Mar, Mer, Gio, Ven, Sab
14:00 - 18:00
IL CONTENUTO VI È STATO UTILE?
Grazie mille per il vostro commento!
Grazie!
event-ritterspiele-umzug-vinschgau-fb
Giochi Medievali dell'Alto Adige
Nell’abbraccio di storici manieri, castelli e monasteri, anche quest'anno Sluderno, in Alta Val Venosta, offre lo scenario ideale per i Giochi Medievali dell’Alto Adige. Castel Coira, Montechiaro, Castel del Principe e l'abbazia di Montemaria si trasformeranno in originali teatri per spettacolari combattimenti cavallereschi.
Vivere la storia e la cultura in Val Venosta
La regione culturale della Val Venosta, in Alto Adige, è caratterizzata da usanze da vivere, tradizioni e modernità: dalla Via romanica delle Alpi, fino all'architettura contemporanea, l'arte, il teatro e la musica.
Ricerca & Prenotazione
avanti
Val Venosta Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter che ti porta a casa un pezzo della Val Venosta quattro volte all' anno. 
Iscriviti ora